04 ott 2013

Filled Under: ,

Gli anni della gioventù (Claudio Baglioni) testo lyrics translation

testo gli anni della gioventù claudio baglioni
Claudio Baglioni
Claudio Baglioni pubblica due nuovi singoli che dal suo nuovo album Con Voi che schizzano direttamente in prima e seconda posizione tra le canzoni più scaricate da internet, dopo aver già pubblicato E Noi due là e In un'altra vita che già avevano riscosso un buon successo.
La prima é questa Gli anni della gioventù , seguita da Come un eterno addio, quella di seguito, inizia citando la celeberrima poesia di  Lorenzo de Medici "Quant'é bella giovinezza".
La nuova canzone di Baglioni é caratterizzata dai ricordi di quando era giovane, ricordi legati al primo amore e mette ancora una volta la capacità vocale di questo cantautore italiano, veramente invidiabile.

Testo Gli anni della gioventù, Claudio Baglioni:


  • Quant’è bella giovinezza
  • che si fugge tutta via,
  • del doman non v’è certezza,
  • chi vuol esser, lieto sia!
  • Fuori il cielo più lontano da quello di casa
  • la finestra senza tende e appena qualche nube
  • nella coltre di penombra della stanza invasa
  • occhi dentro gli occhi e sotto pube contro pube.
  • Io neanche vent’anni e tu un po’ più di diciotto
  • mezze frasi e tanti segni buffi per capirsi
  • la mattina un tuo pensiero scritto mal tradotto
  • e ogni notte baci e abbracci e noi fino a sfinirsi.
    Baglioni giovane
    Baglioni giovane
  • Ah
  • quanta vita c’è davanti
  • per bruciare di energia
  • tutti quanti i nostri istanti
  • e mai nessuna nostalgia.
  • Ah
  • l’esistenza che ci ammala
  • e poi non ci sana più,
  • sono come un colpo d’ala
  • gli anni della gioventù.
  • "Io no puttana" in quel primo tuo biglietto
  • quando ci scegliemmo in mezzo agli altri della cena
  • il cantante e la modella uniti in un duetto
  • la tua ninna nanna è la mia antica cantilena
  • E chi aveva visto mai i capelli color ghiaccio
  • lunghe stalattiti su uno sguardo di cobalto
  • come quando impari a pattinare con impaccio
  • ti stringevo muto e tu arrossivi nel tuo smalto
  • Ah
  • questo cuore come langue
  • se non spacca di euforia
  • se non corre a dare il sangue
  • ad ogni amore in agonia
  • Ah
  • questo tempo ci confonde
  • e ci sbatte su e giù
  • sono forti come onde
  • gli anni della gioventù.
  • Ah
  • com’è bella questa notte
  • quella che non dormi mai
  • che di tutto se ne fotte
  • del futuro che non sai
  • Ah
  • quanto mondo c’è per strada
  • quante stelle a naso in su
  • sono tagli sulla spada
  • gli anni della gioventù.
  • Io torno presto e ti porto via
  • e con un gesto feci un po’ di allegria
  • ciao dall’oblò e ti lasciavo là
  • e tu l’ultima lettera
  • in cui aspettavi un figlio e pure un dopo
  • si disse che era tutto lì il tuo scopo
  • non ho saputo fare niente e
  • mai niente più di te
  • Ah
  • quante storie senza fine
  • che ci fiatano la scia
  • e ci restano vicine
  • mentre fingono amnesie
  • Ah
  • questo vento ci trascina
  • e ci butta a testa in giù
  • sono come una slavina
  • gli anni della gioventù.
  • Ah
  • sento ancora sulla bocca
  • la mia stupida poesia
  • e la tua nenia filastrocca
  • quando fuggi vado via
  • sui ricordi ci si beve
  • che non ci si pensa più
  • son rimasti nella neve
  • gli anni della gioventù

Testo Quant'é bella giovinezza, Lorenzo dei Medici


  • Quant’è bella giovinezza
  • che si fugge tuttavia!
  • Chi vuol esser lieto, sia:
  • del doman non c’è certezza.
    baglioni gli anni della gioventù
    Gli anni della gioventù di Baglioni
    Chi non lo ricorda così?
    Baglioni da giovane portava
    i capelli cotonati, proprio buffi
    non é vero? Era la moda
    degli anni'70, d'altronde..
  • Quest’è Bacco e Arianna
  • belli, e l’un dell’altro ardenti:
  • perché ‘l tempo fugge e inganna,
  • sempre insieme stan contenti.
  • Queste ninfe ed altre genti
  • sono allegre tuttavia.
  • Chi vuol esser lieto, sia:
  • del doman non c’è certezza.
  • Questi lieti satiretti,
  • delle ninfe innamorati,
  • per caverne e per boschetti
  • han lor posto cento agguati;
  • or da Bacco riscaldati,
  • ballon, salton tuttavia.
  • Chi vuol esser lieto, sia:
  • del doman non c’è certezza.
  • Queste ninfe anche hanno caro
  • da lor esser ingannate:
  • non può fare a Amor riparo,
  • se non gente rozze e ingrate:
  • ora insieme mescolate
  • suonon, canton tuttavia.
  • Chi vuol esser lieto, sia:
  • del doman non c’è certezza.

0 commenti: