EICMA World's largest Motorcycle event

EICMA World's larger Motorcycling event
Eicma 2013
551.400 visitatori, 1408 espositori da 38 paesi, 280.000 metri quadrati sono questi i numeri di questa edizione 2013 dell'EICMA (Esposizione internazionale del ciclo e motociclo) che ne fa la più grande esposizione delle 2 ruote al mondo e che si tiene ogni anno a Milano, in Italia.
La tradizione motociclistica italiana vanta delle grandi marche e una lunga storia.

Aprilia, Ducati, Piaggio , Moto Guzzi, MV Agusta, sono le marche più note all'estero nel campo dei motocicli, ma anche le biciclette dall'Atala alla Bianchi, dalla Bartali alle Colnago,  Legnano ed altri marchi hanno fatto la storia della bicicletta sportiva nel mondo, e che possiamo incrociare tutti i giorni nelle strade.

Di certo l'aumento dell'8% dei visitatori all'Eicma 2013 rispetto l'anno precedente é un segnale che questo settore é in espansione.
Le biciclette in particolare stanno sempre più prendendo piede in Italia, non solo perché costa meno spostarsi con una bici che con una macchina o con un mezzo di trasporto pubblico, ma anche perché c'è una nuova cultura salutista: pedalare fa bene al fisico, alla mente ed al portafogli!
551,400 visitors, 1,408 exhibitors from 38 countries , 280,000 square meters these are the numbers of this 2013 edition of EICMA ( International Bicycle and Motorcycle Exhibition ) which makes it the largest exhibition of motorcycling in the world and is held every year in Milan , Italy.
The Italian motorcycling tradition boasts of the famous brands and a long history .

Aprilia, Ducati , Piaggio, Moto Guzzi , MV Agusta , are the best known Italian brands abroad in the field of motorcycles, but also bicycles : from the Bianchi Atala , by Bartali to Colnago , Legnano and other brands have made ​​the history of the bicycle sports in the world, and that we cross every day in the streets.

Certainly the 8% increase in visitors EICMA 2013 over the previous year is a sign that the sector is expanding.
The bicycle in particular are increasingly taking hold in Italy, not only because it costs less to move with a bike with a car or means of public transport, but also because there is a new health-conscience culture : cycling is good for the physical , to the mind and ... to our wallets!

Commenti