22 feb 2017

Filled Under: ,

Italians in North Europe

L'Italia è stata dalla rivoluzione industriale sempre un paese povero a parte gli anni che vanno dal 1953 ( inizio del boom economico)  alla fine degli anni '70, che sono gli anni dell'industrializzazione.
Questo per il primo principale problema dell'economia italiana: le risorse energetiche.
L'Italia non ha carbone ( se non pochissimo) l'Italia non ha altri combustibili fossili ( se non pochissimo gas e petrolio) , non ha miniere di materie preziose nè grandi miniere di ferro; questa situazione,  ha contribuito con il tempo ad aumentare il costo del lavoro finito, proprio perché il costo della materie prime é con il tempo aumentato ( specialmente dopo prima crisi petrolifera del 1973).
Questo ha portato ad una mancanza di conversione dell'industria in un terziario avanzato ( come facevano le industrie italiane ad investire in un terziario avanzato se non riuscivano nemmeno ad essere competitive con le industrie straniere?).
Italians in North Europe
Per questo, in questi ultimi anni è tornato di moda il fenomeno dell'emigrazione verso altri paesi.
Gli italiani sono da sempre un popolo di migranti, e abbiamo sempre guardato al Nord Europa con ammirazione e la speranza di lavorare proprio in uno di quei paesi molto civilizzati, molto ben organizzati, dove non conoscevano clientelismo e mafia.
Ma ora quanti italiani vivono in Nord Europa?

Italy was - from  the industrial revolutio -  a poor country apart from the years between 1953 (the beginning of the economic boom) at the end of the 70s, which were the years of industrialization.
The main problem for Italian economy: energy resources.
Italy does not have coal (very little in our Country) Italy has no other fossil fuels (if not a little gas and oil), no mining precious materials nor large iron mines; this situation has contributed over time to increase the cost of work, because the cost of raw materials has increased over time (especially after the first oil crisis of 1973).
This has led to a lack of conversion of a tech service industry (as did the Italian companies to invest in advanced services if they could not even compete with foreign industries?).
For this reason, in recent years, is back in fashion emigration to other countries.
Italians have always been a nation of immigrants, and we have always looked to Northern Europe with admiration and hope to their work in one of those countries very civilized, very well organized, where they do not know about political patronage and the Mafia.

But now many Italians living in Northern Europe?
italian migration


0 commenti:

Posta un commento

Commenti Offensivi, Spam o Link verso altri siti non verranno pubblicati.