Passa ai contenuti principali

Occhetto: quel vitalizio che lo mette nei guai

Achille Occhetto e il suo vitalizio sembrano diventati il nuovo bersaglio dei giornali di destra italiani.

Occhetto prende un vitalizio di 5.800 euro al mese, frutto di 30 anni di attività politica, dal 1976 al 2006.

Occhetto, rispondendo a delle domande fatte da una giornalista di Libero, dice che non potrebbe fare a meno del vitalizio, in quanto deve mantenere la moglie e 2 figli disoccupati.

Ma perché il vitalizio da parlamentare di Occhetto fa tanto scalpore?

Occhetto: quel vitalizio che lo mette nei guai
Non abbiamo ben capito, ma in queste ore si susseguono gli articoli su questa notizia, che sembrano più un attacco alla personaggio Occhetto che altro.

In effetti ci sono tante persone che hanno lavorato 30 anni e ora non prendono la pensione, o che hanno l'età pensionabile e prendono poco più della pensione minima.

  • Come avere uno sconto sulla TARI 

Il problema dei vitalizi dei parlamentari, è reale e molto piàù ampio di quello del singolo Occhetto, che poverino questa volta fa da capro espiatorio dei mali della Nostra politica.

Commenti

  1. Vorrei sapere come fa un politico ad avere i figli disoccupati!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come Lui stesso ha detto, non ha mai usato la sua influenza politica per 'sistemare' qualche famigliare.

      Io gli credo, ho sempre ritenuto Occhetto una persona ed un politico onesto, anche se come politico ( secondo il mio parere) non vale nulla.

      Elimina
  2. spieghiamo al signor occhetto che lui e i sui figli disoccupati sono mantenuti dai contribuenti italiani, non dal signore in causa. dal signore in causa, al massimo, i figli avrebbero beneficiato di brandelli di una pensione misera quale quella prevista dopo 30 anni di lavoro, non certo in politica. lurido parassita: ricordati e ringrazia questo paese che hai sbudellato e sventrato.

    RispondiElimina

Posta un commento

Commenti Offensivi, Spam o Link verso altri siti non verranno pubblicati.

Post popolari in questo blog

Septum piercing anello al naso: significato di una moda particolare

Si chiama septum piercing, il piercing al naso, quello che in lingua italiana si chiama anello al naso, tipico delle antiche popolazioni africane e australiane, è diventata una moda, vediamo insieme cosa significa di questo nuovo trend: l'anello al naso o septum piercing in voga specialmente tra le ragazze, ma non disdegnato dai ragazzi.

Septum piercing - anello al naso: cosa significa?
Qual'è il significato di un anello al naso? i significati del Septum o piercing al naso sono molteplici, uno per ogni cultura e uno per ogni periodo storico.
Oggi come oggi, portarlo in Italia significa solo un vezzo, una moda, niente di più, ma andiamo a vedere alcune cose che bisognerebbe sapere riguardo un anello al naso.

L'anello al naso è tipico dei bovini, serviva per prendere i bovini con una corda e condurli dove si voleva, da qui il detto "prendere per il naso", cioè portare a spasso, come si dice a Roma, che nella lingua italiana potremmo dire "prendere in giro"…

Resilienza: significato del Tatuaggio

Anche Gianluca Vacchi ha un tatuaggio con la scritta resilienza, ma cosa significa questa parola? La resilienza indica tutte quelle persone che, nonostante le avversità della vita, non si abbattono e si rialzano anche più forti di prima. Descrive tutte quelle persone che hanno un carattere forte e che sanno fare tesoro delle esperienze negative della vita e sfruttarle a proprio vantaggio. Descrive la capacità di evolvere anche grazie agli eventi negativi.
Il termine ha spopolato grazie all’imprenditore Gianluca Vacchi che tra Facebook e Istagram conta oltre un milione di fan. Vacchi ha tatuato la parola “resilienza” sul proprio corpo e ne ha fatto anche una filosofia di vita. Resilienza significato La resilenza indica la capacità di un corpo di resistere ad eventi che provocano uno choc e di riprendere la sua struttura iniziale. In ambito psicologico indica la capacità di un individuo di superare i momenti dolorosi dell’esistenza e di evolvere, nonostante le avversità.
La resilienz…

20 Lavori Più Pagati Senza Laurea

L'Università  è sopravvalutata? I 20 migliori lavori di pagamento senza laurea
"Devi studiare per ottenere un buon lavoro."
Quella era una frase che mio padre mi picchiava continuamente nella testa più di quanto Lars Ulrich potesse battere sulla sua grancassa. (Nel caso ci sia un gap generazionale, Lars è il batterista del gruppo rock Metallica).
Mentre sono grato di aver seguito il consiglio di mio padre e di aver ottenuto la mia laurea in finanza, un interessante articolo di WalletPop.com ha colto la mia curiosità. L'articolo aveva dato uno sguardo ad alcuni dei lavori più pagati che si potrebbero ottenere senza laurea.


Come evidenziato dal College Board in un recente sondaggio che illustra i cambiamenti nelle tasse scolastiche tra il 2008 e il 2018 e il 2018, le tasse scolastiche sono in costante ascesa. Negli ultimi 10 anni, il costo medio di un diploma privato di 4 anni è aumentato di oltre $ 7000 entro il 2019, forse rendendo l'idea di ottenere quella laure…