26 lug 2018

Filled Under: , ,

Facebook compra Redkix per migliorare le comunicazioni su FB

Facebook ha avuto un brutto giorno ieri quando il suo titolo è crollato dopo un rapporto di guadagni insoddisfacenti . Quale modo migliore per riprendersi e rispolverare se stessi piuttosto che comprare qualcosa per te. Oggi la società ha annunciato di aver acquisito Redkix, una startup che fornisce strumenti per comunicare in modo più efficace combinando la posta elettronica con uno strumento di collaborazione più formale. Le società non hanno rivelato il prezzo di acquisizione.
Il Redkix è uscito dal cancello due anni fa con un round di seed da $ 17 milioni , una quantità abbondante di semi per ogni misura. Ciò che ha spinto questo tipo di investimento è stato uno strumento che combinava uno strumento di collaborazione come Slack o Workplace di Facebook con la posta elettronica. Le persone potrebbero collaborare direttamente a Redkix, oppure se non fossi un utente registrato, potresti ancora partecipare via email, fornendo un modo più semplice per lavorare insieme.
Alan Lepofsky, che copre la collaborazione aziendale con Constellation Research, considera questo strumento come un collegamento mancante chiave. "Redkix è un'ottima soluzione per colmare il mondo tra la messaggistica e-mail tradizionale e la messaggistica conversazionale più moderna.Non tutte le aziende sono pronte a passare semplicemente dall'una all'altra e Redkix consente agli utenti di lavorare nel modo che preferiscono, comunicando senza interruzioni con l'altro ", ha detto Lepofsky a TechCrunch.

Facebook compra Redkix per migliorare le comunicazioni su FB
Facebook compra Redkix per migliorare le comunicazioni su FB

Facebook compra Redkix per migliorare le comunicazioni su FB

Come spesso accade con questo tipo di acquisizioni, la società ha acquistato la tecnologia stessa insieme al team che l'ha creata. Ciò significa che il team di Redikix incluso CEO e CTO entrerà a far parte di Facebook e molto probabilmente chiuderanno l'applicazione dopo che l'acquisizione è stata completata.
Lepofsky ritiene che le aziende che stanno adottando lo strumento aziendale di Facebook saranno in grado di passare più facilmente tra le due modalità di comunicazione, lo strumento Workplace by Facebook e l'e-mail, come preferiscono.
Anche se un accordo come questo è stato probabilmente in cantiere per qualche tempo, dopo la debacle di ieri, Facebook potrebbe essere alla ricerca di modi per aumentare le proprie entrate in aree che vanno oltre la piattaforma principale di Facebook. Lo strumento di collaborazione aziendale offre un modo per farlo in futuro e, se riescono a trovare un modo per incorporare la posta elettronica, potrebbe renderlo un'offerta più attraente e più ampia.
Facebook è in competizione con Slack , il tesoro di questo spazio e altri come Microsoft, Cisco e Google in materia di comunicazione e collaborazione. Quando è stato lanciato nel 2015, stava cercando di prendere quel prodotto di base di Facebook e metterlo in un contesto aziendale, qualcosa che Slack aveva fatto dall'inizio.
Per avere successo negli affari, Facebook doveva pensare in modo diverso rispetto a uno strumento di consumo, guidato dalle entrate pubblicitarie e doveva convincere le grandi organizzazioni a comprendere le loro esigenze. Oggi, Facebook sostiene che 30.000 organizzazioni utilizzano lo strumento e nel tempo hanno integrato integrazioni con altri prodotti aziendali chiave e continuano a migliorarlo.
Forse con l'acquisizione di oggi, possono offrire un modo più flessibile per interagire con la piattaforma e aumentare tali numeri nel tempo.

Il crollo delle azioni facebook: gli analisti parlano di Target Price delle azioni FB

Le azioni di Facebook Inc. sono crollate del 20 percento rispetto alle negoziazioni aperte a New York dopo che le entrate e la crescita degli utenti hanno mancato le stime , sollevando preoccupazioni su Wall Street e provocando almeno tre downgrade degli analisti. Nuovi driver di crescita come Instagram "francamente non sono abbastanza grandi" per superare il rallentamento della crescita e la pressione sui margini nel breve termine, secondo UBS. Altri analisti non hanno perso la fiducia nel gigante dei social media. Come ha osservato Morgan Stanley, "Facebook ha dimostrato la capacità di innovare ed eseguire attraverso sfide precedenti".
Ecco una carrellata di ciò che gli analisti dicono seguendo i risultati :

Raymond James, Aaron Kessler

Kessler ha tagliato la sua valutazione su Facebook per sovraperformare da un forte acquisto e ha abbassato il suo obiettivo di prezzo a $ 210 da $ 240 sulla base di "aumento dell'incertezza a breve termine sulla crescita dei ricavi, rallentamento della crescita degli utenti e previsioni di margine inferiori".

UBS, Eric Sheridan

Sheridan ha tagliato il suo rating a neutrale da buy e ha abbassato il suo obiettivo di prezzo su Facebook a $ 180 da $ 212. Scrive che "i nuovi fattori di crescita (Instagram, Watch, Stories, Messenger / WhatsApp, VR) francamente non sono abbastanza grandi nel breve / medio termine per alterare la crescita decrescente e il profilo di pressione del margine del P & L".
Vede che il rapporto rischio / rendimento per Facebook è bilanciato da "un forte slancio su Instagram misurato rispetto all'attenzione normativa, investimenti per trasformare / proteggere l'ecosistema e rallentamento del coinvolgimento / tendenze di annunci più maturi al FB principale".

JPMorgan, Doug Anmuth

JPMorgan ha rimosso Facebook dalla sua focalizzazione degli analisti e ridotto il suo obiettivo di prezzo a $ 205 da $ 242. La banca rimane sottoponderata sul titolo.
Anmuth ha detto che il passaggio nel comportamento degli utenti di Facebook da Feed a Stories potrebbe creare problemi di monetizzazione a breve termine.
Mentre una parte dell'impatto delle entrate nel secondo trimestre è dovuta ai venti contrari della valuta, Anmuth ha detto che Facebook "ha ritenuto più importanti i dati e le questioni sulla privacy in Europa, con un impatto iniziale da GDPR sia per gli utenti che per la monetizzazione".
Sembra che gli inserzionisti siano anche più cauti nel rivolgersi ai clienti, ha detto Anmuth.

Nomura, Mark Kelley

Kelley ha tagliato il suo rating a neutrale da buy e ha abbassato il suo target price a $ 183 da $ 228.
Il deficit nel trimestre è stato "distribuito su metriche e aree geografiche ed è stato più che un semplice effetto collaterale del GDPR". Kelley ha osservato che gli aggregati netti consolidati non sono stati così leggeri dal terzo trimestre del 2014.
"È possibile (e probabilmente, a nostro avviso) che la gestione sia eccessivamente prudente dal lato marginale in quanto sembra investire contemporaneamente in sicurezza e prodotto".
Kelley ha detto che potrebbe essere una considerevole quantità di tempo prima che la monetizzazione di WhatsApp venga messa a fuoco.

Morgan Stanley, Brian Nowak

Una delle sfide "più importanti" per Facebook è la decisione dell'azienda di spingere gli utenti principali a utilizzare il formato "Storie" a un ritmo più veloce. Ma il fatto è che il formato sta ancora monetizzando a tassi "materialmente inferiori" rispetto a News Feed, ha detto Nowak.
Facebook "ora dovrà aumentare la sua esecuzione attorno a storie di coinvolgimento e innovazione pubblicitaria".
L'analista ha ribadito il sovrappeso del titolo, tagliando il suo obiettivo di prezzo a $ 185 da $ 215.

RBC Capital Markets, Mark Mahaney

I fondamentali si sono indeboliti nel secondo trimestre, con una crescita dei ricavi in ​​decelerazione e un calo del margine operativo.
Ma l'analista ha detto "non disapprovare FB adesso", osservando che le indicazioni di Facebook su entrate e margini potrebbero essere "eccessivamente prudenti".
"FB Stills possiede due dei più grandi asset multimediali del mondo e le due più grandi risorse di messaggistica al mondo", ha affermato Mahaney. "I nostri controlli e commenti di gestione non suggeriscono alcun cambiamento sostanziale nelle opinioni del marketer sull'attrattiva delle piattaforme FB. Questo probabilmente costituisce uno dei migliori punti di ingresso che puoi ottenere su FB. "
Mahaney ha un rating di sovraperformance sulle azioni e ha tagliato il suo obiettivo di prezzo a $ 225 da $ 250.

Baird, Colin Sebastian

"Chiaramente, quest'anno Facebook è più focalizzato sul rafforzamento della qualità dei contenuti e della sicurezza della piattaforma, che probabilmente rappresenta parte della decelerazione delle entrate e della crescita degli utenti", ha affermato Sebastian. "Le prestazioni di Instagram più forti (secondo i nostri controlli) non sono state sufficienti a compensare alcuni dei venti contrari all'app di base."
Sebastian ha una valutazione migliore.

Jefferies, Brent Thill

"I fondamentali rimangono intatti, e crediamo che non ci sia stato alcun incentivo per un trimestre di scoppio alla luce delle recenti notizie", secondo Thill. "Continuiamo a credere che Instagram sia un catalizzatore per '18 e '19 dal momento che gli utenti continuano ad affluire sulla piattaforma e al rialzo la domanda degli inserzionisti continua".
Considerati i guadagni del titolo di quest'anno, "i risultati non erano quelli necessari per continuare la dinamica".
Consigliamo comunque di acquistare il magazzino.

GBH Insights, Daniel Ives

"Alla fine crediamo che le entrate pubblicitarie e le metriche di MAU / DAU sottostanti siano state" abbastanza buone "e mostrino le preoccupazioni di un massiccio deterioramento dei fondamentali e degli utenti su Facebook dopo che Cambridge era più maleducata che mordente".
"Finora il danno fondamentale alla piattaforma di Facebook è stato molto contenuto nel nostro parere ed è generalmente meglio di quanto temuto."
Ives ha un rating molto interessante sulle azioni.

CICC, He Wei

L'analista si aspetta che i costi di conformità aumentino mentre i regolatori globali stringono le regole per i giganti della tecnologia.
"Con la sua forte esecuzione gestionale, la società rimane una delle migliori piattaforme pubblicitarie online nel medio-lungo termine".

0 commenti:

Posta un commento

Commenti Offensivi, Spam o Link verso altri siti non verranno pubblicati.