Passa ai contenuti principali

Come Aprire un Blog e Guadagnare Soldi nel 2019

Come si fa ad aprire un Blog e guadagnare dei soldi? Iniziare il mio primo blog è stata una delle migliori decisioni che abbia mai preso e le persone che ho raggiunto (per non parlare dei soldi che ho fatto) sono solo un paio dei benefici che ho sperimentato nel corso degli anni, è diventato un vero e proprio lavoro.
Sapere da dove cominciare con il tuo primo blog è impegnativo. Che cosa succede se non hai idea di cosa sia un dominio o di come funzioni un host? Anche se non hai una minima esperienza con la scrittura di contenuti o l'avvio di un sito web, ti prometto che puoi farlo.
Con questa guida, saprai come creare un blog in pochissimo tempo e potresti creare il tuo primo post su un argomento che ami, su un sito web perfettamente funzionante che possiedi, in appena un'ora .
Pronto? Ti guiderò attraverso tutto ciò che devi sapere per iniziare il tuo blog e guadagnare un reddito collaterale.


Come Aprire un Blog e Guadagnare Soldi nel 2019 

Come Aprire un Blog e Guadagnare Soldi nel 2019


Scegli la tua nicchia

Non saltare questo passaggio. Mentre le tue idee possono cambiare strada, devi avere una chiara direzione prima di creare il tuo sito in modo da poter iniziare a costruire un marchio forte ed evitare di abbandonare il tuo blog lungo la strada.
Potresti vedere un blog che sta andando molto bene, con un'abbondanza di seguaci hardcore, monetizzazione importante e le migliori classifiche di Google. Significa che dovresti seguire automaticamente la guida di quello scrittore e creare un blog nella stessa nicchia?
Non necessariamente. Devi pormi alcune domande prima di iniziare. E mentre lavori lungo la lista, probabilmente vedrai un argomento chiaro per il tuo blog emergere. Prendi una penna e un po 'di carta e tuffiamoci dentro.

LEGGI ANCHE : Fare soldi nel 2019 - Buoni Fruttiferi - Creare un Piano di Investimento

1. Che cosa ami?

Alza la mano se scegli un maggiore o una carriera che non ami in base al salario o caratteristiche simili. Fallo finchè non lo fai funzionare in alcuni campi, ma il blog personale non è uno di quelli, fidati di me.
Devi essere certo che la nicchia che scegli di scrivere in materia per te , o almeno ti interessi.
Perché la passione conta:
  • Perché mostra. Quando ami sinceramente l'argomento di cui stai scrivendo, la passione sarà evidente in ogni parola sulla pagina. Al contrario, scrivi su un argomento a cui tieni zero le cure e il tuo contenuto potrebbe risentirne (e così anche i tuoi lettori).
  • Perché la passione guida la motivazione. Potresti riuscire a sfornare alcuni contenuti su uno di questi argomenti, ma non dare per scontato che avrai la motivazione a lungo termine per sostenere un blog fiorente.
  • Perché lo farai ... molto . Ho avuto un insegnante di inglese che consigliava sempre alla classe di valutare attentamente i loro argomenti di ricerca contro i loro interessi.
Brainstorming, lei direbbe, è stato il momento di cambiare idea più volte. Una volta che hai inviato il tuo argomento, però, eri sposato con esso .
Ti piace il tuo blog abbastanza per sposarlo, per dedicare centinaia o migliaia di ore a conoscerlo?
Se quell'immagine mentale ti ha dato maggiore ansia, potresti voler rivedere l'idea del tuo blog. Per alcune persone è più difficile di altri identificare le loro passioni.
Ecco alcune domande per chiederti se sei ancora al buio (ma spesso le prime idee che ti vengono in mente sono più sincere per il tuo cuore):
  • Quali classi di scuola superiore o di college pique (d) il tuo interesse?
  • Adesso vai ai media. Che tipo di notizie ti interessano? Gli sport? Politica? Tecnologia? Letteratura? Arte? Scorri la cronologia delle tue ricerche o guarda le pagine che segui sui social media per ulteriori informazioni.
  • Guarda i tuoi hobby. A cosa dedichi tempo, risorse ed energia? Forse ami lo shopping antico, le escursioni o la pianificazione di fantastiche vacanze per la tua famiglia. Quello che fai per divertimento è un ottimo punto focale per ciò che scrivi.
  • Conosci un argomento di cui parli sempre con i tuoi amici o la tua famiglia? È quello che ti eccita e ti interessa? Indizio, questa è la tua passione. Perseguilo!
  • Che lavoro fai? Se sei appassionato della tua professione, considera di scriverne! Puoi offrire sia passione che esperienza, come fanno tutti i migliori blog.
  • Qual è il tuo lavoro dei sogni? Se non avessi alcuna preoccupazione finanziaria nel mondo, cosa faresti nella tua vita? La risposta a questa domanda è un ottimo punto di partenza per il tuo blog.
LEGGI ANCHE : investire in Oro - investimenti sicuri

2. Che cosa sai?

L'esperienza va di pari passo con la tua passione. Mentre certamente non avrai tutte le risposte a partire, è importante scrivere su un argomento di cui sei a conoscenza. Garantisco che i tuoi migliori concorrenti saranno.
Ancora una volta, guarda la tua carriera, i tuoi hobby e la tua esperienza di vita per scegliere una nicchia e scegli un argomento che puoi fornire al tuo punto di vista unico .

3. Quanto è specifica la tua nicchia?

Il pendolo oscilla in entrambe le direzioni qui, perché ci sono pro e contro nella scrittura per una categoria molto ampia di persone e per una nicchia super-specifica.
La chiave, ancora una volta, è la ricerca.
Sapevi che puoi scoprire cosa stanno cercando le persone nella tua nicchia in questo momento?
Con un semplice strumento di ricerca per parole chiave (che ti presenteremo più avanti), puoi individuare le principali ricerche degli utenti che riguardano l'area tematica, cosa che può aiutarti a decidere la struttura generale e il contenuto del tuo blog.
Forse sei un istruttore di yoga che vuole scrivere esclusivamente sulla tua arte. Invece di marcare il tuo sito come uno dei tanti nella nicchia della salute e del benessere, rendilo una sub-nicchia rivolta esclusivamente agli altri che amano lo yoga.
D'altra parte, potresti ritrovarti con una grande quantità di informazioni finanziarie (come me) e scegliere di costruire un blog su una varietà di argomenti fiscali.
Ricorda l'idea di sposare il tuo argomento. Tra 10 anni, ti accontenterai di postare solo nella tua nicchia?
Altrimenti, potresti volerlo espandere un po '. Oltre a sapere quanto specifica deve essere la tua area tematica, devi conoscere il tuo pubblico.
  • Chi vuoi venire al tuo sito?
  • Come li tirerai dentro?
  • Quali domande avranno che il tuo blog risponda?
Entrando in una nicchia specifica in mente ti aiuterà a pianificare il contenuto e il design.

4. Dove sono i soldi?

Se il tuo obiettivo è solo esprimere i tuoi pensieri e la tua esperienza, potresti non interessarti alla monetizzazione del tuo sito; tuttavia, la maggior parte dei blogger ha il desiderio di fare entrambe le cose.
A chi non dispiacerebbe il denaro che passa passivamente dai contenuti che hai postato molto tempo fa?
E, anche se il tuo blog potrebbe non essere un moneymaker notturno, puoi creare un blog come un trambusto laterale che potrebbe trasformarsi in un concerto a tempo pieno. L'ho fatto e ho scritto più post per mostrarti come puoi fare una seria banca anche con il tuo blog .
Il fatto è che alcune nicchie sono più redditizie di altre.
Ci sono alcune strategie infallibili per fare soldi in qualsiasi nicchia, ma se si sta seriamente considerando il blogging come un'impresa commerciale , è necessario ricercarlo accuratamente per valutare il livello di concorrenza nella propria nicchia e il potenziale di profitto.

Ecco alcune pratiche pre-blog nella creatività.

Hai a portata di mano carta e penna, giusto? Ecco cosa voglio che tu faccia ... In primo luogo, annota tutte le categorie di blog che stai considerando. Ora, per ognuna di queste categorie, concediti una quantità di tempo prestabilita, forse 3-5 minuti, e trova tutti gli argomenti dei post sui blog che puoi.
Non sto dicendo che la lista più lunga di argomenti dovrebbe vincere automaticamente qui, ma gli argomenti che sei riuscito a tirare fuori un sacco di idee potrebbero essere le tue migliori scommesse! E la nicchia in cui hai faticato a stringere due frasi insieme potrebbe dover andare.

Dai un nome al tuo blog

Una volta che conosci la tua nicchia, puoi continuare a flettere quei muscoli creativi e trovare un nome per il tuo blog. Mentre nominare il tuo blog potrebbe sembrare ancora più intimidatorio rispetto alla scelta di un argomento, non è necessario. Divertiti con questo passaggio! 
A meno che tu non abbia scelto un nome brillantemente creativo e incredibilmente unico per il tuo blog dall'idea di avviarne uno, avrai bisogno di una pianificazione strategica qui.

Come creare un titolo per il blog

  • Fai la tua ricerca Fortunatamente, hai fatto un sacco di lavoro per questo passaggio quando hai studiato il tuo blog. Quando scegli un nome, devi pensare attentamente alla tua nicchia e al tuo pubblico di destinazione.
  • Riguarda la tua nicchia. Vuoi che il nome del tuo sito comprenda quanto sia profonda la tua nicchia. Ad esempio, do consigli finanziari su molti argomenti. Il nome del mio sito lo riflette.
  • Scopo della competizione. Quali sono fiorenti? Non è possibile copiare i loro nomi reali, ma è possibile copiare le loro tecniche.
  • Pensa al contenuto. Che tipo di parole associ al tuo sito e al tipo di informazioni che fornirà. Se hai bisogno di un piccolo aiuto, prova una ricerca per parole chiave. Strumenti come il SERP di Google ti mostrano le parole chiave migliori che gli utenti stanno cercando nel tuo mercato. Prendi nota di loro.
  • Essere creativo. Oltre alle considerazioni precedenti, pensa alla tua voce e al tuo marchio .
  • Cosa vuoi che il tuo titolo dica di te e del tuo blog? Vuoi un titolo accattivante e intrigante, le persone devono cliccare per capire? O una semplice che ti aiuterà a stabilire una fonte informativa credibile?
  • Prova un dizionario dei sinonimi. Prendi quelle parole chiave che hai annotato e gioca con loro. Se hai difficoltà a ricordare sinonimi al volo, prendi un dizionario dei sinonimi e trovane alcuni.
  • Allitterazione . Il tuo moniker può essere un moneymaker monumentale. (Vedi cosa ho fatto lì !?) Se c'è spazio per un gioco di parole o di slang che potrebbe attrarre il tuo pubblico, aggiungilo alla lista.
  • Il tuo nome. Un altro grande go-to ... Un sacco di autori focalizzano il loro marchio attorno al loro nome, e potrebbe essere un ottimo modo per marcare il tuo blog e creare un'autorità.
  • Sii pratico. Mentre è vero spiritoso, i nomi creativi sono alcuni dei più grandi vincitori, ricorda quali sono i tuoi obiettivi.
Se vuoi guidare le persone sul tuo sito, essere una fonte di alto livello nella tua nicchia e guadagnare, il tuo nome deve contribuire a tali obiettivi. Avere un nome che è facile per i nuovi follower di digitare, cercare e ricordare può fare molto. E aiuta a mostrare qualche connessione al soggetto del tuo blog, specialmente se è una nicchia specifica.

Come cercare la disponibilità

Sai che frustrazione quando crei una password che è già stata presa? O quando Instagram rifiuta la maniglia che hai inserito, perché apparentemente c'è più di quello che hai realizzato.
Hai gettato la spugna e hai deciso che Instagram non valeva la pena? Ovviamente no. Ti sei esercitato, hai sfruttato quella pazza creatività e hai creato un nuovo nome fantastico per i tuoi follower.
La stessa cosa con il mondo dei blog. Oggi ci sono centinaia di milioni di blog online e, a seconda di quanto sia popolare la tua nicchia, il gioco dei nomi potrebbe essere competitivo.
Con siti come GoDaddy, puoi inserire il tuo nome e vedere se è disponibile. In caso contrario, tornare al tavolo da disegno, provare alcuni degli approcci creativi sopra, e vedere quali sono le modifiche apportate.

Scegli un host

Hai fatto i tuoi compiti e sei arrivato sulla nicchia perfetta che combina la tua passione, esperienza e potenziale di profitto. E hai un'idea per un nome disponibile.
Ora cosa? Avrai voglia di andare avanti e iniziare a cercare di vedere se è disponibile.
HostGator, ad esempio, ha una bella funzione di ricerca.
Tieni presente che alcune offerte potrebbero sembrare allettanti ora, potrebbero non essere i migliori a lungo termine. E se sei il futuro blogger che ho menzionato prima, chi non ha davvero idea di cosa significhi quei termini, non preoccuparti. Come promesso, ti ho coperto!

Cos'è un host?

È possibile creare un sito Web impressionante pieno di contenuti, ma per consentire ad altre persone di accedervi su Internet, è necessario un host . In pratica, un servizio di hosting ti dà spazio su un server , che è il luogo in cui vengono memorizzati i siti web.
Mi piace confrontare host e server con gli immobili. Nel mondo degli immobili virtuali (il web), il tuo host è la terra che acquisti per costruire la tua casa (il tuo sito web). Ogni volta che digiti un indirizzo web, diciamo GoodFinancialCents.com, sei connesso al mio server e hai mostrato il mio contenuto, tutto perché ho un host.
Ha senso?
Buono. Passiamo ai domini.

Cos'è un dominio?

Come ora sapete, l' host è la posizione virtuale che ospita il vostro sito. Il sito Web , quindi, è il blog stesso. L' URL , d'altra parte, è l'indirizzo, cioè l'indirizzo web completo che vedi nella barra di ricerca nella parte superiore di un sito. Il dominio è solo il nome che segue la porzione https: // dell'URL.
Le persone tendono a confondere questi termini, quando sono davvero unici e abbastanza facili da capire. Inseriamo queste definizioni in (si spera) il tuo sito finanziario preferito ...
Sito web: Good Financial Cents 
URL: https://www.goodfinancialcents.com/ 
Dominio: goodfinancialcents.com.
Quindi, quando parlo di scegliere e acquistare il tuo nome, mi riferisco al dominio del tuo sito.
E proprio come lo spazio del tuo sito, devi acquistare il nome del dominio prima di poterlo utilizzare.
Potresti essere prurito di acquistare il tuo nome di dominio prima se è stato controllato nella ricerca del nome di dominio, ma ti consiglierò di iniziare con il tuo host.
Ecco perché:
Molti servizi di hosting offrono la possibilità di registrare il dominio anche con loro, a volte gratuitamente o offrendo promozioni di dominio con la registrazione di hosting.
E dove e come scegli di ospitare giocherai un ruolo più importante nel guidare il successo del tuo sito rispetto a dove comprerai il dominio.

Tipi di host

Quando si tratta di servizi di hosting, ci sono in definitiva due tipi:
Blog ospitati gratis
Ci sono un sacco di servizi gratuiti che ti permetteranno di creare il tuo blog subito. Rendono davvero facile andare avanti, ma alla fine perdi molto controllo andando in questa direzione.
Questa perdita di controllo include spesso:
  • Difficoltà a spostare il tuo contenuto su un'altra piattaforma
  • Non hai un dominio che possiedi
  • Opzioni limitate per la progettazione del tuo blog
  • Non essere in grado di generare entrate dal blog il primo giorno
A lungo termine, sarai molto più felice se inizi spendendo qualche dollaro e un po 'di tempo in più e stabilisci il tuo blog con le migliori basi possibili. Questo ci porta a ...
Blog ospitati a pagamento
I blog ospitati a pagamento includono Bluehost e HostGator. Perché dovresti scegliere una piattaforma ospitata a pagamento su un servizio gratuito? Ecco i vantaggi:
  • Puoi avere il tuo nome di dominio (che sembra più legittimo). Invece di possedere uno spazio sotto il nome di dominio di qualcun altro (example.blogspot.com), sei veramente proprietario del nome di dominio che vuoi rappresentare il tuo marchio (esempio.com).
  • Puoi personalizzare tutto. Una delle parti migliori di un blog self-hosted è come ti permette di rendere il tuo sito il tuo. Ci sono migliaia e migliaia di temi tra cui scegliere (molti dei quali sono gratuiti) e molte più funzioni e funzioni da aggiungere al tuo sito.
  • Fai più soldi. Sul serio. Non solo puoi personalizzare l'aspetto del tuo blog, ma anche ottimizzare le sue prestazioni. Con un sito self-hosted, puoi inserire gli annunci nel modo desiderato, apprendere e implementare le strategie SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca) e fare un'impressione più grande su Google.
  • Ottieni di più per i tuoi soldi . Se sei seriamente intenzionato a bloggare e guadagnare denaro, dovresti passare a un sito self-host a prezzi accessibili.
Sono tutti acquisti che hanno un buon senso finanziario, quindi questo è un gioco da ragazzi.

Trova il piano perfetto

La maggior parte dei blogger self-hosting sceglie di gestire i propri siti attraverso un sistema di terze parti come Bluehost o  HostGator .
Per un pacchetto base, potresti spendere circa $ 3- $ 7 al mese con una pletora di temi gratuiti e installazioni software a tua disposizione. Per le funzionalità più avanzate, potresti spendere più di $ 30 al mese.
In generale, un piano di base ti offrirà funzionalità standard e gli strumenti necessari per avviare correttamente il tuo nuovo blog, nonché spazio per la crescita iniziale. Un pacchetto aggiornato offrirà maggiori funzionalità, storage, larghezza di banda e vantaggi per la sicurezza orientati verso siti avanzati con volumi di traffico più elevati, come descritto di seguito.
Diamo un'occhiata ad alcune delle funzionalità che otterrete con i siti di hosting più popolari.

Caratteristiche chiave da considerare

siti web
La maggior parte dei siti di hosting ti offre 1 sito web con il loro pacchetto base. Mentre esegui l'upgrade, puoi ospitare più siti.
Ad esempio, il piano Plus di Bluehost, che costa $ 2 in più al mese, ti consente di ospitare siti illimitati con il tuo abbonamento. Potrebbe essere necessario pagare di più per questi domini aggiuntivi, però.
Dominio
Come ho detto prima, dovresti essere in grado di ottenere il tuo dominio dal tuo sito di hosting. Di solito ottieni un dominio con un pacchetto base, a volte di più, se esegui l'upgrade. Dovresti anche verificare se il tuo sito di hosting offre parcheggi o sottodomini gratuiti.
Mentre il tuo dominio principale è il modo principale con cui gli utenti arrivano al tuo sito, questi domini alternativi presentano piccole differenze negli URL, indirizzandoli tutti al tuo sito. Di solito, pagherai circa $ 9,99 all'anno per registrare un dominio .com, che poi rinnoverai annualmente.
Larghezza di banda
La larghezza di banda ha a che fare con la velocità del tuo sito, in particolare la velocità con cui i dati possono essere trasferiti sulla tua connessione Internet. Se hai un sito saturo di contenuti multimediali, la larghezza di banda è importante.
La buona notizia è che siti come Bluehost e HostGator offrono una larghezza di banda illimitata, il che significa che dovrebbe essere sostanziale per tutti i tuoi siti e che non ti verranno addebitati più in base a quanto ti serve.
Conservazione
I siti di hosting di solito misurano il tuo spazio in GB e noterai che molti piani standard offrono 50 GB.
È abbastanza spazio per il tuo sito? Le probabilità sono, sì. I blog non occupano molto spazio di archiviazione digitale e l'importo dovrebbe essere sufficiente per ospitare il tuo blog per un po 'di tempo.
SSL
Abbreviazione di Secure Sockets Layer, un certificato SSL garantisce la crittografia dei dati tra il browser e il server. Guarda la parte superiore della barra degli indirizzi e troverai una piccola icona di blocco, seguita dal termine sicuro in questo caso.
Fai clic sul lucchetto per visualizzare il certificato e le impostazioni del sito e ottenere ulteriori informazioni su come vengono protette le informazioni. Piattaforme come Bluehost offrono un SSL condiviso con i loro pacchetti di fascia bassa e un SSL privato unico per il tuo dominio con pacchetti aggiornati.
Se hai intenzione di elaborare i pagamenti con carta di debito o di credito delle persone attraverso il tuo sito, un SSL privato è fondamentale.
Fortunatamente, con HostGator, questo è gratuito:
Un SSL condiviso potrebbe comportare un avviso di sicurezza pop-up sul tuo sito.
E-mail
Uno dei vantaggi più convenienti di un sito di self-hosting è la posta elettronica. La maggior parte delle piattaforme ti offre un certo numero di account e-mail legati alla tua attività di blogging, che ti garantisce spesso e-mail illimitate con un account aggiornato.
Potrebbero esserci anche dei limiti all'archiviazione della posta elettronica, quindi prendi nota di ciò mentre ti guardi intorno. Oltre alla praticità, gli account di posta elettronica ufficiali collegati al tuo blog funzionano per creare il tuo marchio e stabilire la tua credibilità professionale.
È una vittoria ad ogni livello!
Gestione della posta elettronica
Se paghi un piccolo extra per un account premium, potresti incontrare sistemi di gestione della posta elettronica.
Ad esempio, Bluehost utilizza SpamExperts, un software che archivia i tuoi messaggi e filtra lo spam per te. Non è necessario, ma è conveniente se prevedi un traffico maggiore nella posta in arrivo del tuo blog.
IP dedicato
È possibile riscontrare il termine IP dedicato come una caratteristica dei piani di hosting aggiornati. Cosa c'è nel mondo e ne hai bisogno?
Un indirizzo IP viene utilizzato per individuare la posizione effettiva del tuo sito. Con un indirizzo IP condiviso, il tuo sito è memorizzato su un server condiviso. Su un IP privato, ha il suo indirizzo univoco.
Quindi, in che modo questa differenza ha un impatto sul tuo blog?
Per la maggior parte, non dovrebbe. Proprio come un certificato SSL, un IP dedicato è principalmente necessario per un commercio di gestione aziendale.
Credito di marketing
I siti host possono offrirti credito pubblicitario promozionale. Ad esempio, Bluehost offre credito per Google AdWords e altri servizi pubblicitari pay-per-click.
In sostanza, crei un annuncio con alcune parole chiave scelte con cura che Google offre in cima o accanto ai risultati di ricerca delle persone. Quando le persone fanno clic su tali annunci e inseriscono il tuo sito, Google viene pagato, da qui il nome pay per click.
Se scegli un pacchetto che offre queste promozioni, puoi utilizzare i crediti di accesso come punto di partenza per la commercializzazione del tuo blog. Pesate le esigenze del vostro blog, le vostre aspettative e il vostro budget per decidere quale tipo di piano è il migliore per la vostra impresa di blogging.

Proteggi il tuo nome di dominio

Se hai seguito i passaggi di questo post, dovresti già avere il tuo nome di dominio bloccato e caricato.
Ad un certo punto del processo di registrazione, ti verrà richiesto di inserire il nome del tuo dominio, che sarà accettato o rifiutato in base alla sua disponibilità.
Se le circostanze sono cambiate nel tempo da quando hai analizzato il tuo nome di dominio e non è più sul tavolo, non devi preoccuparti!
Ecco perché hai compilato un elenco di opzioni multiple. Collega un altro e vedi se è disponibile.
Suggerimento : se desideri acquistare domini parcheggiati aggiuntivi con estensioni diverse, avrai più potere. Se pensi di poter costruire un intero marchio, fallo sicuramente adesso.
Ma per il nome di dominio primario, scegli un'estensione .com.
Non solo sono i più popolari tra i blogger e familiari agli utenti, ma tendono a fare affari migliori in termini di SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca), il che significa più soldi e follower per te.

Crea il tuo blog

Con un piano acquistato e il nome di dominio registrato, sei pronto per iniziare! A questo punto, devi decidere quale tipo di software è in grado di soddisfare le tue capacità di progettista, il budget del tuo sito e le tue esigenze per il sito.
Ci sono molte opzioni sul mercato per creare il tuo blog self-hosted, come WordPress.
Aspetta, torna indietro. Non ti ho scoraggiato dall'avviare un blog WordPress prima?
Questa affermazione necessita di un piccolo chiarimento.
Capire la differenza tra WordPress.com e WordPress.org
Quando le persone parlano di usare WordPress per i loro blog, potrebbero riferirsi a due diversi strumenti.
C'è il WordPress a cui ho fatto riferimento in precedenza, che è WordPress.com, un sito di hosting gratuito .
E c'è WordPress.org, un sito dove è possibile scaricare software per costruire il tuo blog self-hosted .
Quindi, quando ti suggerisco di utilizzare WordPress per creare il tuo blog, mi riferisco specificamente al software di creazione del sito, non all'host gratuito.

Scegliere un tema

Mentre WordPress è di gran lunga la scelta più popolare tra gli utenti, è uno dei numerosi ottimizzati per l'uso con un sito di auto-hosting.
Su siti come Bluehost e HostGator, WordPress e altri costruttori di siti sono integrati nella piattaforma.
Con un clic, potresti lavorare con WordPress attraverso il tuo sito di hosting per costruire e modificare il tuo blog.
WordPress offre migliaia di temi gratuiti in Bluehost, uno dei quali potrebbe essere perfetto per il tuo blog.
WordPress è attraente sia per i blogger tecnicamente esperti che lavorano per personalizzare i loro siti sul back-end, sia per i novizi che cercano modelli puliti e gratuiti da gestire con facilità.
Ricorda che migliorerai nel progettare e navigare nel software che scegli mentre passi più tempo con esso.
E puoi trovare un sacco di risorse online per aiutarti a imparare come costruire e personalizzare il tuo sito.
(Consiglio vivamente di scegliere di costruire il tuo sito su WordPress. Il sito che stai leggendo adesso è!)

Vs Premium temi

Se desideri andare oltre i temi gratuiti, altri negozi tematici offrono migliaia di modelli disponibili per l'acquisto, alcuni più tecnologicamente avanzati di altri.
Le possibilità sono infinite, il tutto a seconda dell'aspetto, della sensazione e della funzionalità che si desidera possedere.
I modelli gratuiti possono essere un ottimo punto di partenza per il tuo blog, ma potrebbero avere alcune limitazioni.
Oltre ad essere unici, i modelli premium di solito offrono funzionalità come scelte di colore aggiuntive, più opzioni di layout e codici brevi (che semplificano in genere attività di codifica complesse in termini di tempo e di tempo).
Oltre all'estetica del tuo sito, devi anche considerare come funziona il software di costruzione del sito.
Alcuni strumenti sono ideali per gli utenti che desiderano una cosiddetta interfaccia drag-and-drop in cui possono costruire visivamente il loro sito dal punto di vista dell'utente, trascinando e rilasciando il contenuto direttamente sulla pagina, esattamente dove lo desiderano.
Se non sei un designer ma desideri un blog che abbia un aspetto professionale, potresti voler controllare tutte le opzioni e persino installarne alcune per testarle prima di finalizzare la tua decisione.
Guardarsi intorno, provare alcuni modelli e mettersi al lavoro!

Linea di fondo

Impostare il tuo blog non è difficile.
Puoi aggiungere un blog alla tua lista mentale delle cose da fare di domani (non essere mai toccato), oppure puoi dedicare 1 ora , proprio ora, per trasformare i tuoi sogni in realtà.
Con un po 'di brainstorming creativo, ricerca e la tua nuova terminologia di blogging in mano, puoi lanciare il tuo blog self-host oggi stesso.
Scrivi ciò che ami, impatta i lettori e inizia a fare soldi oggi!
Prometto che non te ne pentirai!

Perché dovresti iniziare un blog

Se sei come la maggior parte degli altri che si imbattono in questa pagina, sei qui perché vuoi imparare come creare un blog per aiutarti a guadagnare un reddito secondario, o anche a diventare una fonte di reddito passivo.
Ovviamente, ci sono più vantaggi nel possedere un blog che guadagnare denaro.
DIAMO UN'OCCHIATA PIÙ DA VICINO A CIÒ CHE UN BLOG TI PERMETTE DI FARE:
  • Diventa creativo. Niente può far scorrere i tuoi succhi creativi come scrivere un post sul blog su un argomento che ti intriga. Mentre scrivi più contenuti ti condurrà a rispondere a più domande all'interno della tua nicchia prescelta. Per molti blogger scoprono di essere più creativi con ogni post.
  • Avere una voce Un blog ti consente di parlare di ciò che conta per te. Che tu sia un commentatore politico autoproclamato, un fashionista appassionato o un consulente finanziario come me, vai oltre i campi minati infidi dei thread di commenti di Facebook e di 'ciò che devi dire nel tuo spazio. Essere rumoroso. Silenzio. Sii formale. Non farlo. La bellezza di un blog è che riflette la tua personalità e le tue idee, dal carattere alle immagini alle parole sulla pagina.
  • Fai ciò che ami . Creare un blog è uno dei modi migliori per imparare di più sui tuoi hobby, divertirti e perseguire anche le tue passioni. Se non una sola persona legge il tuo blog (lo faranno, promette!), Guadagneresti così tanto nel dipartimento dell'auto-realizzazione mentre impari da solo e istruisci gli altri.
  • Crea connessioni . Ognuno ha una passione e il blogging ha un modo unico di connettersi con persone che si preoccupano delle stesse cose che fai. Aggiunge la tua voce a una conversazione globale, con infinite possibilità di avanzare nella tua professione, fare amicizia e aumentare la portata del tuo blog.
  • Fare la differenza. Una delle mie parti preferite del blog ha un impatto positivo sulle persone. Le persone sono alla ricerca di informazioni e sei in grado di fornire loro un'opinione onesta che può davvero migliorare la loro vita. Che si tratti di sbloccare nuovi hobby, semplificare la loro vita, aiutarli a uscire dal debito o ripristinare una relazione, il blogging aiuta davvero a raggiungere le persone. È un'esperienza così gratificante ascoltare un lettore che ha tratto beneficio dai contenuti che ho scritto anche anni fa.
  • Fare soldi. Generare un profitto sul tuo blog potrebbe essere lento all'inizio, ma resisti! Con gli strumenti giusti in mano, puoi iniziare a fare soldi con i tuoi post attraverso annunci pubblicitari, sponsorizzazioni e / o affiliati. Non c'è bisogno di preoccuparsi esattamente di come funzionano ancora. Sappi solo che, con il tempo, il tuo sito può essere un grande moneymaker se fai le cose giuste per un lungo periodo di tempo.
  • Fai crescere la tua attività . Il blogging non ti guadagna solo nel senso immediato. Più a lungo fai il tuo blog, più connessioni fai e più i tuoi contenuti aumentano, più migliora il tuo credito stradale. Puoi stabilirti come esperto attraverso i blog, pubblicare e migliorare il successo della tua attività.
Questi sono solo alcuni dei vantaggi dell'inizio di un blog.
Potrei andare avanti all'infinito.

Prossimi passi

Ti ho insegnato a far funzionare il tuo blog, quindi cosa c'è dopo?
Dopo aver determinato la tua nicchia, acquistato il dominio e l'host e selezionato un tema, è ora di iniziare a scrivere!
Ecco i passi che devi compiere per portare il tuo blog da zero e nella stratosfera del successo.

Le tue prime pagine

Le prime pagine che vuoi avere sul tuo blog riguarderanno la tua missione (la pagina "home") e su di te (una pagina "circa").
La tua pagina "home" dovrebbe essere qualcosa che dica all'utente il motivo del tuo sito e consente loro di esplorare i principali argomenti del tuo blog.
La pagina "about" è una pagina specifica per parlare direttamente al tuo pubblico e dirgli chi sei. Costruisci la fiducia qui, non "vendili" sul tuo marchio.
Questo rende chiaro alla persona che viene per la prima volta in cosa consiste il sito e perché sei la persona giusta con le risposte giuste.

Pianifica il tuo contenuto

Quando ho iniziato per la prima volta il mio blog, ho scritto una grande lista di tutti gli argomenti che pensavo sarebbero stati utili per educare le persone alle loro finanze.
Non è stato abbastanza lungo, ma mi ha fatto iniziare ed entusiasta del mio argomento.
L'unica cosa che ho imparato nel corso del tempo era che avevo bisogno di un piano su dove portare le persone una volta raggiunto il mio sito.
Quindi, se avessero iniziato un articolo sulla previdenza, avrebbero avuto la possibilità di leggere contenuti più pertinenti.
Assicurati che i tuoi articoli portino le persone in viaggio con te, non solo per avere informazioni e partire.

Costruisci il tuo marchio

Congratulazioni! Ora sei una sensazione di Internet!
Il tuo marchio può sembrare sempre più grande di quello che sei.
Assicurati di configurare tutti gli account dei social media per andare con il tuo marchio e prenditi il ​​tempo per entrare in contatto con le persone. Le persone sono incredibilmente leali se le fai sentire parte della tua tribù.

Sii diligente

Potresti avere un argomento scottante, farlo diventare virale e avere un successo durante la notte, ma più probabilmente costruirai il tuo seguito nel tempo.
Quindi continua! 
Come disse una volta Dave Ramsey, "ci sono voluti 15 anni per diventare un successo notturno".
Il bello di Internet è che le cose si muovono più velocemente di quando Dave stava costruendo il suo seguito.
Buon blog!

Commenti

Post popolari in questo blog

Septum piercing anello al naso: significato di una moda particolare

Si chiama septum piercing, il piercing al naso, quello che in lingua italiana si chiama anello al naso, tipico delle antiche popolazioni africane e australiane, è diventata una moda, vediamo insieme cosa significa di questo nuovo trend: l'anello al naso o septum piercing in voga specialmente tra le ragazze, ma non disdegnato dai ragazzi.

Septum piercing - anello al naso: cosa significa?
Qual'è il significato di un anello al naso? i significati del Septum o piercing al naso sono molteplici, uno per ogni cultura e uno per ogni periodo storico.
Oggi come oggi, portarlo in Italia significa solo un vezzo, una moda, niente di più, ma andiamo a vedere alcune cose che bisognerebbe sapere riguardo un anello al naso.

L'anello al naso è tipico dei bovini, serviva per prendere i bovini con una corda e condurli dove si voleva, da qui il detto "prendere per il naso", cioè portare a spasso, come si dice a Roma, che nella lingua italiana potremmo dire "prendere in giro"…

Resilienza: significato del Tatuaggio

Anche Gianluca Vacchi ha un tatuaggio con la scritta resilienza, ma cosa significa questa parola? La resilienza indica tutte quelle persone che, nonostante le avversità della vita, non si abbattono e si rialzano anche più forti di prima. Descrive tutte quelle persone che hanno un carattere forte e che sanno fare tesoro delle esperienze negative della vita e sfruttarle a proprio vantaggio. Descrive la capacità di evolvere anche grazie agli eventi negativi.
Il termine ha spopolato grazie all’imprenditore Gianluca Vacchi che tra Facebook e Istagram conta oltre un milione di fan. Vacchi ha tatuato la parola “resilienza” sul proprio corpo e ne ha fatto anche una filosofia di vita. Resilienza significato La resilenza indica la capacità di un corpo di resistere ad eventi che provocano uno choc e di riprendere la sua struttura iniziale. In ambito psicologico indica la capacità di un individuo di superare i momenti dolorosi dell’esistenza e di evolvere, nonostante le avversità.
La resilienz…

20 Lavori Più Pagati Senza Laurea

L'Università  è sopravvalutata? I 20 migliori lavori di pagamento senza laurea
"Devi studiare per ottenere un buon lavoro."
Quella era una frase che mio padre mi picchiava continuamente nella testa più di quanto Lars Ulrich potesse battere sulla sua grancassa. (Nel caso ci sia un gap generazionale, Lars è il batterista del gruppo rock Metallica).
Mentre sono grato di aver seguito il consiglio di mio padre e di aver ottenuto la mia laurea in finanza, un interessante articolo di WalletPop.com ha colto la mia curiosità. L'articolo aveva dato uno sguardo ad alcuni dei lavori più pagati che si potrebbero ottenere senza laurea.


Come evidenziato dal College Board in un recente sondaggio che illustra i cambiamenti nelle tasse scolastiche tra il 2008 e il 2018 e il 2018, le tasse scolastiche sono in costante ascesa. Negli ultimi 10 anni, il costo medio di un diploma privato di 4 anni è aumentato di oltre $ 7000 entro il 2019, forse rendendo l'idea di ottenere quella laure…