13 giu 2018

Filled Under: ,

Spread in Calo, Savona: EURO Indispensabile per l'Italia

Gli oneri finanziari dell'Italia sono calati bruscamente mercoledì dopo che il nuovo ministro per gli affari europei, Paolo Savona, ha dichiarato che l'euro è "indispensabile", contribuendo a sostenere la domanda in un'asta di titoli di stato italiani.

Mercoledì il Paese ha venduto 5,63 miliardi di euro di obbligazioni, sebbene i costi di finanziamento siano rimasti i più alti da quando la BCE ha iniziato il suo piano di acquisto di bond da 2,55 miliardi di euro.

Savona ha precedentemente espresso opinioni ostili sull'euro, e la potenziale nomina di 81 anni come ministro dell'economia per la coalizione anti-establishment lo scorso mese ha scatenato un crollo del mercato. Successivamente la sua nomina a quel ruolo è stata successivamente bloccata dal veto.

Ma in un incontro con la stampa straniera di martedì, Savona si è impegnato a sottolineare che ha sostenuto appieno l'euro e non ha voluto prepararsi all'uscita dall'Italia della moneta unica.

I commenti placati preoccupano l'appartenenza all'euro della terza economia più grande del blocco sotto la guida della coalizione Movimento / Lega a 5 stelle.

"Non sarebbe una sorpresa per le altre persone nel governo fare questi commenti, ma da lui è significativo e abbastanza casuale come Trump nelle sue dichiarazioni pubbliche", ha detto lo stratega di Commerzbank Christoph Rieger.


"Forse stanno riconoscendo che possono ottenere di più dall'UE se si impegnano almeno in determinati principi chiave".

Spread in Calo, Savona: EURO Indispensabile per l'Italia

Spread in Calo, Savona: EURO Indispensabile per l'Italia


Il debito governativo italiano a due anni IT2YT = RR, il patrimonio attraverso il quale i timori del mercato sulla ridenominazione e l'insolvenza italiani hanno ampiamente giocato, ha visto il calo dei rendimenti ben al di sotto dell'1 per cento e è sceso di 17 punti base allo 0,87 per cento.


Questo è al di sotto di dove è iniziato la settimana - all'1,13% - e ben lontano dal picco della settimana scorsa del 2,73% quando le preoccupazioni del mercato erano più intense.

Il rendimento dell'indice governativo di riferimento a 10 anni IT10YT = RR è stato inferiore di 9 bps al 2,78%, mentre lo spread strettamente osservato sui rendimenti tedeschi si è attestato a 229 punti base, ben al di sotto del livello di 268 bps all'inizio della settimana. DE10IT10 = RR

Rieger di Commerbank ha avvertito che le sole parole non basterebbero a mantenere bassi i costi di finanziamento italiani a lungo termine, soprattutto in considerazione dei piani di spesa elevati di questo governo di coalizione.

"A più lungo termine devono fare qualcosa di diverso per tenere sotto controllo il deficit, non solo per rendere omaggio all'euro", ha detto.

Gli altri rendimenti delle obbligazioni della zona euro sono diminuiti di 3 punti base in quanto i dati mostrano che la produzione industriale della zona euro è diminuita ad aprile.

Ma gli investitori sono in gran parte esitanti a prendere punti di vista forti prima di due riunioni chiave della banca centrale. La Federal Reserve degli Stati Uniti termina oggi la riunione politica e la riunione della Banca centrale europea dovrebbe avvenire giovedì.

"La riunione della Fed di oggi è un fattore importante e i rendimenti del Tesoro potrebbero avere un impatto preponderante sui mercati obbligazionari europei a partire da domani", ha dichiarato lo stratega ING Martin van Vliet.

Il rendimento del bond governativo decennale tedesco DE10YT = RR, benchmark per la regione, è stato pari a 0,49%, anche se alcuni altri, come l'equivalente francese FR10YT = RR, erano inferiori di 3 bps.

0 commenti:

Posta un commento

Commenti Offensivi, Spam o Link verso altri siti non verranno pubblicati.